HK = [ Faqs ] [ Archive ] [ Community ] [ Map ] [ Search ] [ Link ] = HK
[ Newsletter ] [ MailingList ] [ Blog ] [ Updates ] [ News ]
     
 
Torna al Manifest-H Menu

MANIFESTO HACK F3CODANDFUN by f3codandfun.org

La LocandinaThe event known as "F3COD&FUN" and described as "Open Source Hacking Party and Retro Computing Fun" will create a socio-cultural, intellectual, friendly and technical moment for all supporters of Open Information Technology and hackers who dedicate their lives to the free and disinterested distribution of technology knowledge to create a better world, accessible to all, where monopolies, the power of multinationals and all types of control over ideas, thoughts and hearts is not possible.

It should be a moment of technical and cultural freedom, friendship, rebellion, utopia, passionate exchange of ideas, software, know-how, fun, political (for the common good and not the political parties) and social, so that we all feel involved in making the world a better place through the free distribution of information systems, uncontrolled by power people who would like to lock into existential, spiritual and intellectual cages, the hearts and minds of everyone.

In this occasion there will be a section of "Retro Computing" where you will admire the mythical and romantic systems of the 70's and 90's which shaped the history of information systems. You will see the....... , and admire the C64 and view beautiful graphic demos written in pure assembler (in only 30 KB) which do incredible things. WHY R.C.? In the social-technological economy for the common good, many wrongly believe that to do information technology and to become IT experts means to follow the current trend of acquiring powerful systems which are used only at 3% of their potential.

It is necessary to return to a cautious economy of recycling the old systems to try to acquire what is effectively useful and not what the monopolies or the multinational want us to believe as "necessary" like for example a P4

(2 Ghz) with a system like winzozz installed in it which is not efficient. Retro Computing will show the public this delicate aspect and that with intelligence, research, sacrifice and art, an obsolete and disregarded home PC is a system which is still capable of producing help and fun for man.

Italian version:

La manifestazione in codice "F3COD&FUN" e descrittiva in "Open Source Hacking Party and Retro Computing Fun" dovra' servire per creare un momento di incontro socio/culturale, intellettuale, di amicizia e tecnico fra tutti gli appassionati di tecnologia informatica aperta e gli hackers (in senso molto + ampio del termine...) che dedicano la loro vita alla distribuzione gratuita e disinteressata del sapere tecnologico per la realizzazione di un mondo migliore e accessibile a tutti, dove i monopoli, il potere delle multinazionali e qualsiasi forma di controllo delle idee, del pensiero e anche dei cuori non sia possibile.

Dovra' essere un momento di liberta' tecnica e culturale, di amicizia, di ribellione, di utopia, di scambio appassionato di idee, di software, di know-how, di divertimento, di raggruppamento politico (nel senso del bene comune e non dei colori politici) e sociale per sentirsi tutti coinvolti nel rendere il mondo in cui viviamo migliore attraverso la distribuzione di sistemi informatici liberi e incontrollabili da chi al potere vorrebbe controllare e rinchiudere in gabbie esistenziali, spirituali ed intellettuali il cuore e la mente di ognuno.

Inoltre in tale occasione ci sara' la sezione di "Retro Computing" dove si ammireranno i sistemi mitici e romantici degli anni dal 70 al 90 che hanno fatto la storia informatica. Si vedranno VIC20, C64, Apple I, Apple LISA, Mac 128k, BeBOX, NextStation, ecc. si potranno ammirare dei C64 far girare dei bellissimi demos grafici scritti in puro assembler che in soli 30 Kb fanno cose mostruose. Cosa c'entra il Retro Computing? Nell'economia sociale-tecnologica protesa verso il bene comune, molti credono a torto che x fare informatica e diventare esperti sia necessario correre dietro al consumismo tecnologico acquistando sistemi super pompati che poi alla fine usano al 3% delle potenzialita'...

E' necessario ritornare ad una economia oculata dei sistemi informatici, riciclando i vecchi sistemi e cercando di acquistare solo quello che e' effettivamente utile e non quello che i monopoli o le multinazionali vogliono farci credere "indispensabile" come ad esempio un P4 a 2 Ghz per poi montarci un sistema inefficiente come winzozz... Il Retro Computing mostrera' al pubblico proprio questo delicato aspetto e che l'intelligenza, lo studio, il sacrificio e l'arte possono rendere un home computer obsoleto e snobbato dalla massa un sistema ancora capace di produrre "aiuto" all'uomo ma anche divertimento.

[ Top ]

Released By DaMe`
Visits [1321756]