HK = [ Faqs ] [ Archive ] [ Community ] [ Map ] [ Search ] [ Link ] = HK
[ Newsletter ] [ MailingList ] [ Blog ] [ Updates ] [ News ]
     
 
Torna all'HK-File-Archive

HJ HA SURFATO PER VOI...HJ SEGNALA HK!

Giovedì 24 Ottobre 2002

Esce Hacker Journal (per l'esattezza il n. 11 24/10 - 7/11 2002).
A pagina 12 scopriamo, con sorpresa e soddisfazione, che è stata pubblicata per intero la nostra e-mail di segnalazione del sito inviata alla redazione qualche settimana prima che uscisse la rivista. Nell'istante stesso della stesura dell'e-mail mi sentivo preoccupata per la lunghezza del testo e allo stesso tempo sfacciata ad osare! Mi balenavano nella testa mille pensieri, mille insicurezze... Sarà davvero interessante il mio sito?
La risposta è giunta dopo poco! Il mio dubbio si è dissolto!

Prima reazione: "gratificazione" e credo sia umano oltre che meritato! HK è continuamente aggiornato, arricchito di nuovi materiali, e ciò richiede un lavoro immane di ricerca delle fonti e collocazione nelle specifiche sezioni. E' un lavoro del tutto volontario, portato avanti con umiltà e autocritica! Possiamo solo ripagarci con questi brevi momenti di esaltazione!

Seconda reazione: la "soddisfazione" nel constatare che i temi affrontati da Hacker Kulture per fortuna sono ancora d'interesse, stuzzicano ancora un pò di curiosità! Non sarà tanto! Non è tutto! Ma per noi è già qualcosa!

Riflessioni: la segnalazione del sito ci ha portato numerosi visitatori, il giorno stesso dell'uscita del n. 11 di HJ. Ciò dimostra...che non è sempre necessario arricchire le proprie pagine web di download di programmi ameni e lamerici e tutorial pseudo-tecnici o prontuari del tipo: "Come diventare Hacker subito dopo la lettura di questa guida"!

The Day After: tiriamo un sospiro di sollievo...ci sentiamo bene...pieni di speranza!

Domanda fatale: ma questi visitatori oltre che guardarsi lo scenario grafico e il menu di HK, leggeranno anche qualche documento??

Monito: LEGGERE E RIFLETTERE è di gran lunga il modo migliore per ripagare il nostro lavoro!

Guarda immagine Leggi la nostra e-mail sulla pagina originale di Hacker Journal (formato JPG)

Leggi documento PDF Leggi la nostra e-mail sulla pagina originale di Hacker Journal (formato PDF)

Guarda immagine Testo inviato da HK e pubblicato sul n.11/2002 di Hacker Journal
HK sta per Hacker Kulture. Lo definisco il sito della cultura hacker, una sorta di grandiosa e imponente biblioteca virtuale dedicata alla storia, alla filosofia, all'etica e persino alla poesia e all'arte hacker! Per sua stessa natura, il sito è in perenne costruzione. Insomma va aggiornato di continuo e per ora siamo solo in due. Ciò che voglio far capire attraverso HK è che la tecnica sì è importante perchè ti permette di esprimere al meglio le tue idee...ma le idee non le acquisisci tramite le tecniche! La rete pullula di tecniche...credo che sia giunta l'ora di ripercorrere, soprattutto di questi tempi, anche un pò l'ideologia hacker, il fine dell'hacking, lo spirito hacker.

Steven Lévy scrive: L'hacker...[pratica]..."l'esplorazione intellettuale a ruota libera delle più alte e profonde potenzialità dei sistemi di computer, o la decisione di rendere l'accesso alle informazioni quanto più libera e aperta possibile. Ciò implica la sentita convinzione che nei computer si possa ritrovare la bellezza, che la forma estetica di un programma perfetto possa liberare mente e spirito".

Se conosci solo la tecnica puoi cambiare un sistema informatico; se sei anche ideologicamente un hacker allora puoi anche cambiare il mondo... o comunque tentarci! In ogni caso migliori te stesso!!!

L'accesso a tutte le informazioni è bene, purchè non ne venga esclusa nessuna! Stringere con forza nel palmo della propria mano tutto il sapere è bene, purchè questo non ti faccia sentire egoisticamente potente! Il rischio c'è, ora più che mai, di stravolgere ciò che si è acquisito, tecnicamente parlando, per metterlo al servizio del proprio ego o peggio ancora di un sistema ingiusto.
Ed ecco quindi la necessità di "non dimenticare"; la necessità di "ricordare"! Non è la tecnica che fa di te un "hacker", ma la "forma mentis" e l'etica! Prorpio E.S. Raymond, affrontando la questione dell'etica hacker, ha scritto:

"Gli Hackers risolvono i problemi e costruiscono le cose, credono nella libertà e nel mutuo aiuto volontario. Per essere accettato come un hacker, ti devi comportare come se avessi questo atteggiamento nel sangue. E per comportarti come se avessi questo atteggiamento nel sangue, devi realmente credere nel tuo comportamento. Se pensi a coltivare un atteggiamento da hacker giusto per essere accettato nella hacker-culture, allora non hai capito.
Diventare il tipo di persona che crede in queste cose è importante per te per aiutarti ad imparare e per avere delle motivazioni. Come con tutte le arti creative, la via più efficace per diventere un maestro è imitare la forma mentis dei maestri - non solo intellettualmente ma anche emotivamente."
[ Top ]

Released By DaMe`
Visits [1321281]