HK = [ Faqs ] [ Archive ] [ Community ] [ Map ] [ Search ] [ Link ] = HK
[ Newsletter ] [ MailingList ] [ Blog ] [ Updates ] [ News ]
     
 
Torna al EthiK-H-Menu

ETICA HACKER by Barbara Missarino
Libertà per i dati, basta col grande fratello!

Nella sua opera Hackers l'autore americano Steven Levy formulò i principi dell'etica hacker:

  1. l'accesso al computer e al sapere che serve a comprendere gli eventi del mondo deve essere illimitato e onnicomprensivo.Il principio della collaborazione deve essere valido ovunque;

  2. le informazioni devono essere gratuite;

  3. non credere mai alle autorità.Bisogna promuovere la decentralizzazione;

  4. si giudichi un hacker secondo il suo agire e non secondo criteri superati quali età, diplomi, razza o posizione.

    Il brano qui sopra proposto è tratto da COMPUTERFREAKS presente in CYBERPUNK Antologia di testi politici a cura di Raf Valvola Scelsi
    SHAKE Edizioni Underground.

    L'etica hacker è riuscita a mantenere intatte le sue peculiarità, proiettandosi da un passato, in cui l'ambiente politico e socio-economico la faceva rientrare in uno scenario fantascientifico, ad un presente, in cui quest'ultimo si è dimostrato, in parte, attuato.
    Ne è una piccola espressione Internet.
    La costruzione per interconnessione di persone diverse del W.W.W, la possibilità di intervenire personalmente su un modello e modificarlo, esige un nuovo linguaggio poichè questo dovrà eludere i problemi di interpretazione dei messaggi. La pragmatica della comunicazione si sta modificando.
    Il cinema ha modificato la nostra percezione del tempo, la televisione quella della realtà e finzione, Internet infine quella dello spazio, intellettuale, economico, geografico e semantico.
    La decentralizzazione del sapere implica una maggiore responsabilità del singolo individuo, che deve essere conscio del proprio ruolo "centrale" in questo nuovo sistema.
    Purtroppo si sta cercando di porre limiti ad Internet; la vasta ragnatela non viene considerata nel suo aspetto di arricchimento bensì di pericolo.
    Sapere è potere. Francis Bacon
    La conoscenza è il bene più prezioso, ma resterà ancora appannaggio di pochi? L'idealizzazione del passato ed una semplificazione delle situazioni e degli eventi porta ad una giustizia sommaria di cui Internet è un capro espiatorio.
    Non ci può essere alcuna barriera alla conoscenza, nè autorità che si anteponga alla verità.

    [ Top ]

Released By DaMe`
Visits [1320929]