HK = [ Faqs ] [ Archive ] [ Community ] [ Map ] [ Search ] [ Link ] = HK
[ Newsletter ] [ MailingList ] [ Blog ] [ Updates ] [ News ]
     
 
Torna al H-Art-Menu

UNA PREMESSA SULLA NET.ART by D.I.N.A.
Parlare di net.art significa innanzitutto sgombrare il campo da alcuni equivoci che comunemente si associano a questa pratica. Innanzitutto l’equazione tra web art e net.art. La Web art si limita ad utilizzare il Web come mezzo di illustrazione e distribuzione di opere o oggetti fruibili anche indipendentemente da Internet. La prova del nove, la si fa scaricando l’intera struttura di un sito di web art, trasferendola su un cd-rom e osservando come la fruizione dell’ "opera" stessa non vari se non per la diversa allocazione dei files (nel caso del sito i files saranno su un server remoto, nel caso del cd-rom su un disco locale). La Web art esiste dunque indipendentemente dal supporto che la veicola (sito, cd-rom, floppy disk, dvd, ecc)

Noi invece parliamo di net.art. E cioè di un’arte, o di una pratica, che può esistere solo attraverso Internet. Una pratica che può essere sintetizzata come "l’arte di fare network" e che sostituisce le opere con le operazioni, la rappresentazione con l’innesco di nuovi circuiti comunicativi e di senso.

La net.art dunque, funziona solo in rete e prende la rete o il "mito della rete" come tema. Ha spesso a che vedere con concetti strutturali: un gruppo o un individuo progetta un sistema che può essere espanso da altre persone. Non è infatti un caso se un sistema operativo aperto e modificabile come Linux, abbia vinto il premio della categoria net.art ad Ars Electronica nel 1999. Linux non è forse nato con uno scopo estetico, tuttavia il fatto che sia stato premiato proietta la net.art oltre i limiti dell'arte tradizionale, in un dominio molto più accessibile a tutti coloro che mettono le mani sulla tecnologia.

Tra le operazioni di net.art possono infatti essere incluse le sperimentazioni più diverse. Mailing list, web ring di siti collegati, browser alternativi a quelli standard, il plagio di siti, il dirottamento dai motori di ricerca, l'uso creativo dei Moo, del CuSeeMe, dell'e-mail e dei mille protocolli e canali di comunicazione di cui è fatta la rete.

Per approfondimenti:

http://www.rai.it/RAInet/smartweb/cda/articolo/sw_articolo/1,2791,22,00.html


[ Top ]

Released By DaMe`
Visits [1321864]