HK = [ Faqs ] [ Archive ] [ Community ] [ Map ] [ Search ] [ Link ] = HK
[ Newsletter ] [ MailingList ] [ Blog ] [ Updates ] [ News ]
     
 
Torna al Poem-H Menu

POEMA DI SAMSON by Peter Samson
Installatore di commutatori al servizio del mondo intero, tester di fusibili, creatore di piste, giocatore delle strade ferrate e sezionatore spinto del sistema, sciatto, spettinato, sbracato. Macchina del punto-funzione, linea di luce: mi dicono che sei malvagio e ci credo; poichè ho visto le tue lampadine colorate sotto la lucite adescare i servi del sistema... Sotto la torre, polvere ovunque, tagliando con le pinze. Hackerando come persino fa un'ignorante matricola che non ha mai perso il diritto d'accesso ma è stato buttato fuori lo stesso, Hackerando le schede madri, perchè sotto i loro fermi si trovano gli scambi e sotto il loro controllo si avanza lungo il modellino. Hackerando! Hackernado gli hack sciatti, spettinati e sbracati della giovinezza; diodi sfrigolanti, non collegato, orgoglioso di essere installatore di commutatori, tester di fusibili, creatore di piste, giocatore delle strade ferrate e sezionatore spinto del sistema.

Pubblicata in "F.O.B.", la newsletter del Tmrc, vol.VI, n.1 settembre 1960 da "Hackers, gli eroi della rivoluzione" di Steven Levy Samson Peter: uno dei primi hacker del Mit, amava i sistemi, i trenini, il Tx-0 la musica, le procedure assembleari, gli scherzi e l'hackeraggio.

[ Top ]

Released By DaMe`
Visits [1320929]